Teatro Lab 2017

13582002_1028977757223624_1623147890242156287_o

 

 

Etoile Centro Teatrale Europeo

presenta

Festival Internazionale Teatro Lab

Teatro Ruggero Ruggeri – Guastalla

Teatro Franco Tagliavini – Novellara

25 marzo – 8 aprile 2017

Immagina, questo è il tema di Teatro Lab 2017. Una nuova edizione del Festival, un nuovo tema che ci permette di recuperare un diritto che pare ormai dimenticato…. Quello di immaginare. Ecco che ancora una volta, con i tanti partners che sostengono l’iniziativa, si apre il sipario su una delle manifestazioni di teatro per le scuole più importanti della nostra penisola. Abbiamo immaginato una nuova edizione del Festival e abbiamo immaginato una nuova veste del festival.  Risaputa la nostra attenzione per i territori ed i soggetti che abitano gli spazi di Teatro Lab, attenti alle loro richieste ed esigenze, ecco che il Festival propone per la prima volta spettacoli al pomeriggio proprio per dare risposte sempre maggiori alle scuole del territorio.

Il coinvolgimento di nuovi soggetti come l’associazione “Ars Ventuno” renderà di più ampio respiro l’iniziativa, da quest’anno ospitata anche presso il Palazzo Ducale di Guastalla. Un ascolto sempre attento ed attivo, pronto a tradursi in immaginazione di nuove proposte al territorio, alle città, ai commercianti e a tutti coloro vorranno venire assieme a noi a vivere un momento di teatro, eduzione e sano divertimento. Dove proprio nell’immaginazione e in questa grande capacità di realizzare nuove idee, piu di 400 ragazzi provenienti da tutt’Italia rappresenteranno i loro prodotti teatrali non per competere tra loro, ma per confrontarsi e crescere.

L’apertura del Festival 2017, dopo l’anteprima firmata come sempre dal progetto internazionale, sarà affidata alla compagnia svizzera TA58  con lo spettacolo “Moi Ota”,  vincitore di innumerevoli premi ed in scena anche in prestigiosi teatri parigini e belgi: una incredibile performance sui fatti di Hiroshima, in cui il regista ha immaginato che la ricostruzione dei fatti avvenisse per voce di una riviera, un rivolo d’acqua capace di raccontare e raccontarsi attraverso parola e suggestioni.

La collaborazione con partners stranieri ed in particolare con Creative College offrirà a giovani stranieri e agli allievi di Lab Academy, (la nuova scuola professionale per attori e performer aperta a Reggio Emilia proprio quest’anno) di creare una performance “work in progress” che debutterà proprio in occasione della chiusura  del Festival.

“Immagina” è il tema di Teatro Lab 2017….. e allora immaginatevi una bellissima iniziativa! Non vorrete farvela sfuggire?!  Spargete voce! E adesso buio in sala e che questo grande spettacolo cominci!

Daniele Franci

 E’ con grande e sincero piacere che saluto la settima edizione del “Festival internazionale Teatro Lab”, ogni volta capace di proporre temi attuali, con svariate chiavi di lettura, in grado di raggiungere ed emozionare un pubblico fatto di studenti e di adulti. Quest’anno il tema è l’immaginazione, la capacità cioè di ciascuno, ma soprattutto dei più giovani, di creare storie, alla continua ricerca di un nuovo mondo da realizzare e costruire insieme.

Gli spettacoli proposti dalle Scuole offrono una gamma ricchissima di “immagini”, temi, racconti, opere classiche e nuove narrazioni nelle quali gli studenti hanno esercitato una qualità essenziale delle persone, quella di immaginare, che non significa tanto o solo perdersi in “inutili fantasie”, ma essere capaci di rappresentare soluzioni o intraprendere strade nuove.

Impegnare i ragazzi sul tema dell’immaginazione è, a mio avviso, parte importante del lavoro della scuola, per offrire loro l’opportunità di esprimersi, di scoprire il loro talento, di far emergere le loro potenzialità e di condividerle, anche grazie all’arte e alla forza straordinaria del teatro, quale potente strumento didattico e formativo.

Per questo le Istituzioni hanno da sempre sostenuto questo progetto, per la sua valenza educativa, culturale, di socializzazione e di integrazione.

Ringrazio tutti coloro che hanno in questi mesi lavorato per costruire il programma: gli ideatori, le scuole, tutto lo staff di Etoile, gli enti, i sostenitori e tutti coloro che vorranno assistere agli spettacoli perché, lo ricordo sempre, il teatro si fa insieme, stando sul palco o seduti comodamente in platea.

Il Festival, che si snoda nell’arco di due settimane fra i teatri di Guastalla e Novellara, è un’occasione per tutti, studenti, docenti e professionisti, di mettere in scena la propria capacità creativa e comunicativa e per chi assisterà agli spettacoli, di partecipare e condividere  la bellezza dell’immaginazione e della parola e insieme…la magia del teatro.

Ilenia Malavasi

Vice Presidente della Provincia

 

Dopo l’esperienza straordinaria dello scorso anno, che ha coinvolto le scuole, il teatro e la città intera, insieme a centinaia di ragazzi provenienti da tutta Italia e dall’estero, Guastalla riconferma la propria partecipazione al Festival Internazionale Teatro Lab, ospitando al Teatro Ruggeri diverse rappresentazioni e lo spettacolo inaugurale di questa ottava dizione.

Una rassegna di grande prestigio e largo respiro dal punto di vista non solo culturale ma anche educativo, formativo, sociale, perché nasce dall’idea di teatro come luogo di incontro e di condivisione, spazio di crescita personale e collettiva, attraverso l’espressione autentica dei propri talenti creativi. Un progetto che stimola la progettazione di attività teatrali e di spettacolo all’interno della scuola e delle realtà culturali presenti sul territorio nazionale.

Il programma propone un calendario di spettacoli, come sempre, di alta qualità che rappresentano il momento conclusivo di un percorso di studio e di ricerca realizzato dagli studenti intorno al tema, quest’anno, dell’immaginazione.

Immaginare è come creare, dicono i filosofi. Immaginare è vedere, anzi pre-vedere, con la mente e nella mente, raffigurare e raffigurarsi con la fantasia, agire con il sogno. L’immagine è, pertanto,  strumento di conoscenza e creazione, la fantasia il suo linguaggio espressivo. E Teatro Lab è il luogo dove tutto questo accade. Un laboratorio, appunto, dove non si confezionano dogmi ma si fanno esperienze. Emotive, emozionali, sensoriali, intellettive nel segno dell’arte che avvicina e accomuna. Un processo che finisce per coinvolgere i protagonisti della scena come gli spettatori, conquistando luoghi e persone con un’energia tutta nuova. Quella dei tanti giovani che arrivano a Guastalla e si mettono in gioco, in un momento di scambio e contaminazione reciproca.

Ancora una volta, il Festival, ideato e diretto con passione da Daniele Franci, sarà un’occasione speciale per tutti, per i ragazzi e per la nostra città. Come Amministrazione continueremo a sostenere progetti come questi che favoriscono la  formazione, l’incontro, e la promozione della cultura in modo trasversale.

Camilla Verona

Sindaco di Guastalla

 

“Immagina”, questo è il tema che i giovani attori che parteciperanno al Festival Teatro lab interpreteranno nelle sue infinite potenzialità e sfumature.

Novellara conosce bene il Festival: saremo preparati a farci trasportare anche quest’anno in un mondo di magia ed emozione, ma anche impegno, quale solo il teatro sa inventare. Per Novellara è la sesta edizione di teatro lab e questo significa che il Festival inizia ad avere radici profonde nella nostra città. Eppure Teatrolab non è mai consuetudine, bensì qualcosa di sempre nuovo da scoprire. Lo scorso anno è stata una delle menti più grandi e giovani del nostro tempo a inaugurare il Festival: il Maestro Dario Fo, che ha desiderato incontrare i protagonisti della rassegna per trasmettere loro una vera e propria lezione di vita. In effetti, tutte le scuole, tutti i giovani attori che partecipano alla rassegna ogni anno portano qualcosa di nuovo e certamente anche Novellara lascia loro un ricordo, una immagine, una emozione. Questo scambio di esperienze, che coinvolge le scuole, gli studenti, i commercianti, tanti appassionati, è un vero patrimonio di relazioni da conservare e di cui fare tesoro. Per questo vorrei ringraziare sinceramente tutti, a partire dal direttore artistico Daniele Franci, gli organizzatori e tutti coloro che contribuiscono alla riuscita di questo Festival. Novellara è quindi pronta a farsi conquistare di nuovo dall’energia dei tanti ragazzi che partecipano a questo festival, una energia e una vitalità che solo i più giovani riescono a trasmettere. In questi anni abbiamo scoperto tanti linguaggi diversi, tanti approcci verso differenti tematiche, tante chiavi di lettura e interpretazione; siamo consapevoli di quanto sia importante aprire le porte ai ragazzi, alla loro voglia di esprimersi e comunicare. Teatro lab è davvero una grande opportunità di crescita, per gli attori, per gli spettatori, per chiunque abbia voglia di investire un po’ del proprio tempo per calarsi nell’immaginazione. Il mio augurio e invito, per chi potrà, è quindi di partecipare agli spettacoli,  per apprezzare personalmente la qualità e l’impegno di questi ragazzi e delle scuole. Inoltre sarà un’occasione per “immaginare” e concedervi di trasportare la mente altrove, in spazi magici, nuovi e perché no: possibili.

In un mondo che sempre più individualista, distaccato e aggressivo, il teatro, l’arte, ci possono aiutare a stimolare nuove realtà possibili e tante relazioni più vere di quanto -appunto- si possa “immaginare”.

 

Elena Carletti

Sindaco di Novellara

Per il PROGRAMMA di Teatro Lab 2017 clicca qui