Immagina di essere malato

Posted by on apr 25, 2015 in comunicazioni, Notizie, spettacoli, teatro | 0 comments

etoile adulti

22 maggio 2015 ore 21.00

Sala teatro REGIO’ via Agosti, 6 (RE)

IMMAGINA DI ESSERE MALATO

Spettacolo finale del corso B della scuola di teatro di Etoile

Regia: Matteo Carnevali

con

Elisa Adani, Simone Balestrazzi, Claudia Barilli, Valentina Bauzone, Alessandra Crotti. Daniele Crotti, Francesca Feruglio, Francesco Ghio, Giulia Giovannelli, Andrea Marani, Giacomo Messori, Matteo Papaleo, Vincenzo Rizzo, Sofia Scafuri, Erika Vanzini

Prendendo come spunto di riflessione l’ipocondria del protagonista del
Malato Immaginario, in un percorso di ricerca e di scrittura collettiva il
regista e gli allievi del corso di teatro si sono confrontati sulla
tematiche della follia, della paura di essere malati e del terrore di essere
sani. Da questo laboratorio di faticoso “teatro artigiano” è nato lo
spettacolo “Immagina di Essere Malato”.

L’azione si svolge nel soggiorno di una famiglia dove ogni componente è
affetto da vere o false psicopatologie, dove lo psichiatra è visto come uno
sciamano e gli psicofarmaci sono il pane quotidiano. In questo bizzarro e
surreale quadro si intrecciano i macchinosi piani delle due sorelle
maggiori, che vorrebbero far sposare la loro sorella minore ad uno
psichiatra, per assicurarsi la vicinanza di un medico che possa assecondare
le loro ipocondrie. Ovviamente la sorella minore è innamorata di un altro e
troverà nelle due donne di servizio le complici ideali per per coronare la
sua storia d’amore.
Lo spettacolo è un’ironica parabola discendente nelle ossessioni di ognuno
di noi e tutti i personaggi, ingarbugliati in frenetico gioco di scatole
cinesi, sono contemporaneamente sani e malati, vittime e carnefici, odiosi e
amorevoli.
I corpi degli attori sono tesi come corde di violino con l’obbiettivo di
dare maggior concretezza e volume alla follia dei personaggi. Il ritmo è
serrato e sincopato e la regia fa riferimento al teatro contemporaneo, al
teatro dell’assurdo e alla commedia noir.

Direzione Artistica: Daniele Franci

Responsabile Produzione: Meri Zambelli, Maria Grazia De Marco

Allestimento Scenico: Wietse Ottes

Amministrazione: Lorenza Zambelli

Grafiche: Edoardo Scocciolini